venerdì 13 gennaio 2012

Faber alla Casa dei Popoli di Villasanta



L'11 gennaio 1999 moriva Fabrizio De André.
Faber, non ho una faccia adatta alle mie canzoni è una celebrazione di vita, e non di morte.
Venerdì 13 gennaio, nel ricordo del grande artista ligure, ne celebreremo l'anima più intima e delicata all'interno della Casa dei Popoli di Villasanta (via Garibladi, 6, in centro, accanto alla Coop). Il concerto, a ingresso libero, sarà anticipato da una cena ligure.
Cibo, musica, poesia, respiro, gesti e parole. Ti viene in mente qualcosa di più vitale?

Ecco il programma:

ore 20.30
Cena ligure (15€ bevande escluse)

Menù
linguine ai carciofi
verdure ripiene (cipolle zucchine peperoni)
acciughe in teglia
a' cimma' (cima alla genovese)
budino agli amaretti

E' necessaria la prenotazione
tel. 335 6347374
mail: casadeipopoli@fastwebnet.it
entro mercoledì 11 gennaio 2012

ore 21,30 
inizio dello spettacolo (ingresso libero)

FABER - Non ho una faccia adatta alle mie canzoni
Pensieri, parole e musiche di Fabrizio De André

con
Gaetano Ievolella (voce narrante)
Guglielmo Nigro (voce, piano, djambé, fisarmonica)
Stefano Chiodini (sax soprano, flauto traverso)

Oltre il De André noto al mondo c'era un autore scomodo, schivo, solitario e anarchico. Uno che non amava esibirsi in pubblico perché diceva di non avere una faccia adatta alle sue canzoni. Frugando fra le sue carte e rileggendo appunti e interviste ne abbiamo ricostruito la poetica. Volendo restituire il mito a una dimensione umana, abbiamo indagato il suo rapporto con la religione, l’amore, l’amicizia e con la vita e la morte. Abbiamo ripreso le sue canzoni riducendole al cuore nudo di testo e melodia, lasciando emergere la potenza del canto e la chiarezza delle parole per quello che sono: il grido di un uomo che, per la vita, ha cercato il proprio riscatto nel dare con le sue canzoni a ogni uomo la dignità perduta. Nei tratti, abbiamo cercato di ricostruire il volto meno noto di Faber, quello più intimo. Immuni alle accuse di presunzione, ché le fotografie rendono un unico punto di vista, speriamo solo che lui ci perdoni la nostra poca discrezione.

Musica di specie
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.