giovedì 30 luglio 2009

Gran Torino

Complice l'assenza di Gabo, al lago coi nonni, ieri io e Lorelei siamo riusciti ad andare al cinema.
Gran Torino, cinema all'aperto a Mandello, sul lago di Lecco. Rumore della bobina e dolby sorround non certo eccellente. Volume troppo alto sulle frequenze acute.
Ciò detto, Gran Torino è l'anti western di Eastwood. Lo showdown ne è l'esemplificazione, sintetico, disarmato, raggelante.
Il film è bello. La sceneggiatura e alcune scene sono un po' schematiche. Agli autori interessava arrivare al punto. Allo showdown. Eastwood che fa il reazionario è straordinario, con quel volto che si ritrova, animalesco e istintivo. Eastwood che fa il comprensivo e sorride appare meno efficace, e poco attento alla psicologia del personaggio.
Ma un gran film. L'anti-western, che ti ricorda di quanto ogni nostro gesto e scelta siano potenzialmente pericolosi.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.