martedì 29 aprile 2014

Pozzo

occhio per occhio
batte dove non batte il sole
duole quando vuole
senza tema sistema
porta accanto più verde
se il vicino s'avvicina
elastico spastico
mi specchio nelle brame
senza possesso di reame
quel che posso sono
quel che posso sono
sogno
diversamente inabile al lascito
tacito del matto che guarda
il pozzo riverso nel cielo
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.