lunedì 8 settembre 2014

Koinobion, un sabato pomeriggio

Nella campagna piacentina, a Gropparello, c'è un centro spirituale. Si chiama Koinobion, ed è gestito dagli amici Lamberto e Sabina. Non ci vado spesso, ma quando ci vado, ci sono. E mi sento a casa.
Ho raggiunto Gropparello sabato, e domenica ho partecipato all'incontro "Aperti all'altro".
Ecco come viene presentato sul loro sito:

“Nel semplice incontro di un uomo con l’altro si gioca l’essenziale, l’assoluto: nella manifestazione, nell’«epifania» del volto dell’altro scopro che il mondo è mio nella misura in cui lo posso condividere con l’altro. E l’assoluto si gioca nella prossimità, alla portata del mio sguardo, alla portata di un gesto di complicità o di aggressività, di accoglienza o di rifiuto”. 
E. Lévinas

Di seguito, le foto di uno scambio tra Lamberto e Antonello (la piccola Frida, in braccio a Lamberto, testimone inconsapevole).

IMG_8134





e poi, mele, nocciole e ...





Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.