martedì 21 gennaio 2014

Ode della Leggerezza

La leggerezza è bella.
La leggerezza è il respiro.
È il sorriso di mio figlio.
È una foglia che si muove nel vento.
È una corsa in riva al mare.
È nuotare.
È l'amore quando non si muore.
È il pensiero della gioia che verrà...

Ma la leggerezza non può essere una necessità.
O una volontà.
Perchè se no è una coperta, un velo, un'illusione
Messa lì bell'apposta per nascondere il dolore.
La leggerezza, se non c'è, ha una ragione.
Si sottrae per dar spazio a un compito difficile
Ma necessario:
Guardar dentro nel buco che ti oscura
Nella fauce che consuma
Per trovare il  modo più autentico che puoi
Per curare le ferite che non vuoi.

La leggerezza va e viene
Come il  dolore
La pace
La rabbia
L'amore.

Ma se è voluta e cercata a tutti i costi
È una menzogna e sono solo cazzi nostri.

Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.