mercoledì 31 luglio 2013

Il Dao di cui si può parlare non è l'eterno Dao

Il Dao di cui si può parlare non è l'eterno Dao.
I nomi che si possono nominare non sono nomi eterni.

Senza nome, l'origine di cielo e terra.
Con nome, la madre dei diecimila esseri.

Perciò costantemente senza desiderio
                          ne contempli il mistero,
costantemente con desiderio ne contempli i limiti.

Questi due sorgono insieme ma hanno nomi diversi.
Insieme li diciamo l'oscuro, dell'oscuro ancora l'oscuro,
la porta di tutti i misteri.
Lao Tzu, Tao Te Ching (ed. Feltrinelli, trad. A Sabbadini)
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.