mercoledì 22 maggio 2013

La stagione presente

Immerso in questa piovosa primavera.
Per ogni fiore che sboccia
così tanti fiori che muoiono. 
Oltre la piega del tempo circolare
la nuova stagione è già l'anticipo
dell'estate che è inverno 
a testa in giù.

Ho la tentazione di piangere
ma c'è un'allegria interna, 
sottotraccia
sottovoce,
che è pronta ad esplodere 
in ogni incontro. 
L'estasi del vuoto e della solitudine.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.