domenica 12 maggio 2013

James Blake - Album perfetti



In occasione dell'uscita del nuovo, bellissimo disco di James Blake (Overgrown), ritorno ad ascoltare l'esordio del giovane cantuatore inglese. L'evoluzione estatica della musica elettronica in qualcosa che potremmo chiamare dub-soul, o soul elettronico, o new-soul ecc. ecc.
La magica e ipnotica voce nuda di James Blake si fonde con scarni ed essenziali strutture ritmico-armoniche elettroniche. L'incedere del disco è spaventoso, emozionante, e merita infiniti nuovi ascolti per riuscire a entrare nel nuovo mondo oscuro di Blake. Una vera vetta è la sua interpretazione di Limit to your love di Feist.

Inizio sospeso



Le variazioni graduali e profonde dell'urlo di Wilhelm



L'isolamento esistenziale



Apertura e chiusura chiusura e apertura



I limiti dell'amore



e così via, in una parabola musicale sospesa inquieta e meravigliosa.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.