martedì 7 febbraio 2012

Quando ritorni

luce luce negli occhi
domani a piccole dosi
il cielo tra le mani
frantumi di ghiaccio
cartilagini spezzate
sole
il vento assente
un corvo e la lontananza
la purezza
immobile

quando ritorni
parla dei tuoi giochi
di legno
è l'età perduta
il ghiaccio nelle tubature
assenza di movimento
a secco
neve nei secchi
accanto alla stufa
parla del pane
e della festa di Natale
e poi taci
e non tornare
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.