sabato 12 novembre 2011

Shh...

ieri dicevi occhi aperti
oggi avverti il sonno tra le sopracciglia
mangi focaccia e olio di babbuino
luce di neon e porto d’armi
chiusa la bocca, piombo in gola

muore di fame il dolore dell’occhio
pelle di elefante e macchie di leopardo
troppo spazio, lungo sguardo
luce di sole e passaporto
braccia strette, strette tette

felice di ferire fiocchi di neve
colpito taciuto raggiunto
vivo e troppo vissuto
luce di fuoco e portachiavi
porta aperta, troppa fretta

terra e vetri sotto i piedi
eri qui quando gridavo
luce ai miei occhi! luce ai miei occhi!
luce e fichi secchi, mandorle e tarocchi
mangi terra e vetri prima del giorno

colore
voci
luce
cibo

voci
luce
cibo
colore

shh…
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.