mercoledì 28 settembre 2011

Un oblio fatto di insensibilità

plutarco, immagine tratta dalla rete

Nella maggior parte delle persone un oblio fatto di insensibilità e di ingratitudine si impadronisce del loro passato e lo divora: cancellando ogni azione, ogni successo, ogni momento piacevole di svago, di compagnia, di gioia, tale oblio non consente alla vita di diventare un tutt'uno, in cui il passato si intrecci con il presente, ma, al contrario, come se l'uomo di ieri e l'uomo di domani fossero diversi da quello di oggi, esso, separando nettamente tutto ciò che ci accade, pone subito il passato nella condizione di mai accaduto a causa della mancanza di ricordo.
Plutarco, De tranquillitate animi
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.