martedì 16 marzo 2010

A tutte ho chiesto meraviglia



E a tutte ho chiesto meraviglia
come a uno scrigno antico
come a un indugio dolce
prima della ferita
mischiando rabbia e avvento

A tutto ho chiesto meraviglia
ad ogni passo e cenno
nelle bottiglie fatte a pezzi
al tino della pressa
gambe di rabbia e avvento

Alle sconfitte di mio padre
a ognuno dei suoi libri
ho chiesto a tutte meraviglia
con le mie mani vuote
dita di rabbia e avvento

E a tutto ho chiesto meraviglia
fradicio all'osso e in lacrime
al Reverendo e al suo
bull terrier
ai tuoi occhi marrone
pozzo di rabbia e avvento
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.