martedì 22 settembre 2009

Continuazione

Davanti a mio padre che ieri ha compiuto 68 anni mi sento più grande.
Ho imparato ad amarlo, dopo molti anni di lotta, per quello che è,
per quello che sono.
La-sua-continuazione.

La-sua-continuazione.

Sono oggi quello che non sarò domani.
Ma la voce di mio padre mi accompagna spesso. Sento la sua dolcezza, la sua impreparazione alla vita, la sua determinazione ad affrontarla con precisi valori.
Vedo la sua impossibilità a lasciare andare. Tiene, determina, controlla, anche quello che non può.
E soffre.
Ed è orgoglioso.
E non dirà mai, aiutami. Ho bisogno di te.

La-sua-continuazione.
Ti sono vicino.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.