martedì 30 giugno 2009

Lorelei

eri un fantasma.
dipingevo fantasmi.
al primo incontro
ti persi la prima volta.
ti persi
in ogni abbraccio
d’amore e di lotta.

dipingevo a occhi
chiusi,
eri una pagina bianca.
la mia rabbia
per la tua imperfezione
era rabbia
per la mia imperizia.

in ogni sorriso
non sorridevo a te
ma a un’idea lontana
passata
di felicità e amore
inesistente.

solo oggi
la tua vita mi appartiene
un poco
ti vedo e ti sento
in ogni sguardo
in ogni abbraccio.
smetto di dipingere
e ti restituisco alla tua
perfezione.

grazie alla tua forza
alla tua speranza
alla tua determinazione
alla tua onestà
alle tue mani
che mi hanno respinto
e accolto e colpito
e svegliato.

ti amo per la prima volta
come non ho mai potuto
amare.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.