mercoledì 22 ottobre 2008

Quello che non capisco


Distruggo le cose che non capisco.
Come il nostro amore.

Abbiamo conosciuto insieme un'alba e le onde di questo mare,
e una doccia e il movimento leggero delle lenzuola.
Ho compreso i tuoi gesti e i segni del tuo corpo.
Il tuo desiderio, come acqua di montagna tra le mie mani.

Ma come acqua, la nostra passione si è asciugata,
e le parole hanno cercato di riempire il vuoto.
Parole di te che non capisco.

Distruggo tutte le cose che non capisco.
Distruggo tutto ciò che non posso capire.
Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.