sabato 6 settembre 2008

Haiku 47

Allo spettacolo di burattini Gabo ha osservato in silenzio. Rigido, le mani strette alle mie. All'arrivo del mago, scoppi, fuoco, urla. Gabo ha pianto di paura. Le labbra tremolanti.
"Non torna più il mago?". Il mago sei tu, Gabo.

Gruppo di haiku.

1.
Osservo nascosto
gli occhi di luce dei bimbi.
Non visto non sono.



2.
Tra le mani aperte
la voce sguaiata della povertà.
Fiore dalla polvere.
















3.
La terra trema.
In piedi, distesi, siamo
il fuoco dentro.



4.
L'erba è alta,
nella foresta umida di pioggia.
Capelli bianchi di tempo.













Posta un commento
Tutti i testi e le immagini di questo blog sono (c) di
Guglielmo Nigro,
salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di
esplicitare sempre l'autore e/o la fonte.